Dead Space – Il creatore commenta il remake

Il co-creatore del franchise Dead Space ha reagito al recente annuncio di EA di un remake di EA Motive

Glen Schofield, creatore di Dead Space che ora sta lavorando presso Striking Distance Studios sul gioco The Callisto Protocol, ha dichiarato su Twitter di essere entusiasta di vedere il franchise continuare con nuovi sviluppatori.

“Dirigere l’originale Dead Space è stato uno dei momenti salienti della mia carriera”, ha detto Schofieldvia VGC ). “Sono entusiasta di vedere cosa ne fa il team di EA Motive!”

L’account Twitter di Motive ha risposto a Schofield, dicendo: “Ci hai aperto la strada, Glen. Aspetto anche The Calisto Protocol”. L’account ufficiale di Dead Space ha quindi risposto con tre emoji di fuoco .

L’originale Dead Space è stato sviluppato da Visceral Games, uno studio che da allora ha chiuso. EA Motive ha lavorato con alcuni ex sviluppatori, tra cui il direttore UX Dino Ignacio, per ottenere la loro visione e input sul remake.

“A gennaio, sono stato invitato ad aiutare gli sviluppatori a rifare un gioco a cui ho lavorato 13 anni fa. È stato un tale privilegio consultare e consigliare il team di EA Motive su un franchise che tengo vicino e che mi sta a cuore. Congratulazioni a tutta la squadra!” disse Ignazio.

L’originale è stato lanciato nel 2008, con i sequel nel 2011 e 2013. Nel corso degli anni sono stati rilasciati anche vari spin-off. Il nuovo titolo è un remake del primo gioco, basato sul motore grafico Frostbite e previsto per il rilascio su PS5, Xbox Series X|S e PC. Il gioco promette “immagini, audio e controlli straordinari”, mentre i fan possono aspettarsi “una storia, personaggi e meccaniche di gioco migliorati”. Potete dare un’occhiata al teaser trailer del nuovo Dead Space all’inizio di questo articolo.

Alessia Lara Padawan
Alessia Lara Padawan – Romana de Roma, Nerd dalla nascita, divoratrice compulsiva di serie tv, cinema, videogiochi, si è appassionata al mondo dell'editoria fino a lavorare in prima persona al progetto ThePadawans.it a cui ormai dedica le sue giornate, tra caffè, birra e musica di sottofondo.