5G – Per Naoki Yoshida, costituirà la fine delle console

Il famoso game designer giapponese prevede il futuro delle console in un’intervista al Financial Times.

Anche se la pandemia di COVID-19 ha aumentato la domanda delle console, l’avvento del 5G come standard globale ne preannuncerà la scomparsa a lungo termine, questo secondo una delle figure più importanti del Giappone nella produzione di giochi, ovvero Naoki Yoshida.

Il game designer e produttore Naoki Yoshida è stato con Square Enix per diciassette anni, ma solo recentemente è diventato una figura di alto profilo grazie alla sua gestione di Final Fantasy XIV: A Realm Reborn.

Dopo il suo eccellente lavoro con il MMORPG, Yoshida fu coinvolto nel progetto di Final Fantasy XVI come produttore. Poco più di tre mesi fa, ha rivelato che il prossimo gioco principale di Final Fantasy sarà focalizzato sull’azione, anche se ci sarà una modalità storia per quei giocatori meno abili con il combattimento d’azione.

Ora, in una nuova intervista al Financial Times, che potete trovare qui e leggere se siete subscriber, Naoki Yoshida ha condiviso un interessante commento sull’industria del gaming. Secondo il produttore di Square Enix, i servizi di cloud streaming sono destinati a prendere il sopravvento una volta che l’implementazione del 5G sarà completata a livello globale.

”Una volta che il 5G diventerà lo standard globale, arriverà sicuramente il momento in cui potremo trasferire immagini a qualsiasi dispositivo.

I giocatori possono godere di un’esperienza di gioco di alta qualità su qualsiasi dispositivo, non essendo legati ad un hardware specifico o ad un monitor TV. Ci stiamo decisamente dirigendo in quella direzione, e non credo che il coronavirus rallenterà questo cambiamento.

Con le home console, è necessario sedersi di fronte alla televisione . . . accenderle e attendere che l’hardware si avvii, quindi è un intrattenimento che richiede tempo. Stando a casa per via della pandemia, ci sono state più opportunità di accendere l’interruttore.”

Questo è quello che avrebbe detto Yoshida. Infatti, il 5G potrebbe essere la via per Google Stadia, GeForce NOW, Amazon Luna, e Microsoft XCloud di fare breccia veramente nel mercato mobile. Mentre le connessioni 4G consentono un’esperienza passabile, la differenza con il 5G dovrebbe essere netta per il gaming grazie alla latenza molto più bassa (stimata tra 8 e 12 millisecondi).

Il lancio del 5G ha subito ritardi negli ultimi anni, in parte a causa della pandemia del COVID, ma ora dovrebbe riprendere sul serio.

 

E voi che ne pensate di queste dichiarazioni? Le home console verranno rimpiazzate dal cloud gaming? Diteci la vostra nei commenti!

Devis Nardella
Per un quarto romano e tre quarti pugliese, è un pc gamer incallito con una grande passione per i videogiochi, in particolar modo le avventure grafiche. Non disdegna le console, anzi cerca di recuperare vecchie glorie del passato attraverso l'emulazione. Esprime la sua creatività su youtube, ma adora anche il mondo di twitch, piattaforme che per lui hanno preso il posto della tv. È molto riservato e serio, ma si scioglie con freddure glaciali e meme di cui fruisce quotidianamente (è un tenerone!).